Search Hashtag & User

#milanodavedere Instagram Story & Photos & Videos

milanodavedere - 294.8k posts

Latest #milanodavedere Posts

  • Banksy, a visual protest.
    Finalmente un po' di tempo per noi grandi e, contemporaneamente, la sua prima mostra (si noti nella prima foto la sua personalissima VISUAL PROTEST😁)!
  • Banksy, a visual protest.
Finalmente un po' di tempo per noi grandi e, contemporaneamente, la sua prima mostra (si noti nella prima foto la sua personalissima VISUAL PROTEST😁)!
  •  8  1 32 minutes ago
  •  57  3 1 hour ago
  • L’Ov Milano was born to offer sheer eggselence throughout the day. Whether you like them scrambled, poached, fried, as omelette, in your carbonara pasta, in your salad, or on top of your tartare, L’Ov (egg in milanese dialect) and its kitchen open all day long will prove you that the humble egg deserves a place on your plate, no matter what the time of day.
    ~
    ITA: L’Ov Milano nasce da una storia di amicizia e dalla scelta di un fil rouge perfetto in ogni momento della giornata. Che vi piacciano strapazzate, all’occhio di bue, in camicia, come omelette, nella buonissima carbonara della casa, nell’insalata o crude sulla tartare, L’Ov Milano e la sua cucina aperta a tutte le ore del giorno vi dimostrerà sia nel locale di Via Premuda che in quello di Via Solari, come questo umilissimo alimento meriti un posto d’onore nei vostri piatti, indipendentemente dai pasti e dall’orario della giornata.


    📍Viale Premuda 14 - Via Solari 24, Milano
    📂 #flawlessmilanofood
    @lovmilano 🔗Link in bio
  • L’Ov Milano was born to offer sheer eggselence throughout the day. Whether you like them scrambled, poached, fried, as omelette, in your carbonara pasta, in your salad, or on top of your tartare, L’Ov (egg in milanese dialect) and its kitchen open all day long will prove you that the humble egg deserves a place on your plate, no matter what the time of day.
~
ITA: L’Ov Milano nasce da una storia di amicizia e dalla scelta di un fil rouge perfetto in ogni momento della giornata. Che vi piacciano strapazzate, all’occhio di bue, in camicia, come omelette, nella buonissima carbonara della casa, nell’insalata o crude sulla tartare, L’Ov Milano e la sua cucina aperta a tutte le ore del giorno vi dimostrerà sia nel locale di Via Premuda che in quello di Via Solari, come questo umilissimo alimento meriti un posto d’onore nei vostri piatti, indipendentemente dai pasti e dall’orario della giornata.
•
•
📍Viale Premuda 14 - Via Solari 24, Milano
📂#flawlessmilanofood
@lovmilano 🔗Link in bio
  •  222  4 1 hour ago
  • ⭐️Suggerimenti per il week-end ⭐️
    .
    Quando lo scorso 20 novembre sono stata al MUDEC per la conferenza stampa e l'anteprima della mostra dedicata a Banksy, mi sono bastati pochi istanti per innamorarmi del progetto messo in piedi dal Museo delle Culture di Milano.
    Artista e writer britannico la cui identità rimane tuttora nascosta, Banksy è considerato uno dei maggiori esponenti della street art contemporanea: la sua “protesta visiva” riesce a coinvolgere un vastissimo ed eterogeneo pubblico e ne fa uno degli artisti più amati dalle giovani generazioni - e non solo.
    Su di lui sono già state organizzate diverse mostre presso gallerie d’arte e spazi espositivi, ma mai un museo pubblico italiano - o estero - ha finora ospitato una sua monografica, con la sola eccezione di quella organizzata dall’artista stesso al Bristol Museum nel 2009.
    Con l’evento che resterà in cartellone fino al 14 aprile 2019, il MUDEC ospita un’importante retrospettiva: è corretto segnalare che si tratta di una mostra non autorizzata dall’artista, come tutte quelle a lui dedicate, in quanto Banksy continua a difendere non solo il proprio anonimato, ma anche la propria indipendenza dal sistema.
    .
    Sono uscita dal MUDEC e dalla mostra veramente soddisfatta: immaginate dunque la mia sorpresa quando ho letto articoli (negativi) con i quali non concordo affatto.
    Desidero allora raccontare i miei sì, partendo dall’ottima curatela fatta dal bravissimo Gianni Mercurio: TROVATE UN POST NEL BLOG, LINK IN BIO ⬆️
    (E per la dida dell'opera ritratta in questo mio scatto scorrete a destra ➡️😊)
  • ⭐️Suggerimenti per il week-end ⭐️
.
Quando lo scorso 20 novembre sono stata al MUDEC per la conferenza stampa e l'anteprima della mostra dedicata a Banksy, mi sono bastati pochi istanti per innamorarmi del progetto messo in piedi dal Museo delle Culture di Milano.
Artista e writer britannico la cui identità rimane tuttora nascosta, Banksy è considerato uno dei maggiori esponenti della street art contemporanea: la sua “protesta visiva” riesce a coinvolgere un vastissimo ed eterogeneo pubblico e ne fa uno degli artisti più amati dalle giovani generazioni - e non solo.
Su di lui sono già state organizzate diverse mostre presso gallerie d’arte e spazi espositivi, ma mai un museo pubblico italiano - o estero - ha finora ospitato una sua monografica, con la sola eccezione di quella organizzata dall’artista stesso al Bristol Museum nel 2009.
Con l’evento che resterà in cartellone fino al 14 aprile 2019, il MUDEC ospita un’importante retrospettiva: è corretto segnalare che si tratta di una mostra non autorizzata dall’artista, come tutte quelle a lui dedicate, in quanto Banksy continua a difendere non solo il proprio anonimato, ma anche la propria indipendenza dal sistema.
.
Sono uscita dal MUDEC e dalla mostra veramente soddisfatta: immaginate dunque la mia sorpresa quando ho letto articoli (negativi) con i quali non concordo affatto.
Desidero allora raccontare i miei sì, partendo dall’ottima curatela fatta dal bravissimo Gianni Mercurio: TROVATE UN POST NEL BLOG, LINK IN BIO ⬆️
(E per la dida dell'opera ritratta in questo mio scatto scorrete a destra ➡️😊)
  •  19  1 1 hour ago
  • View in Brera. Milan.
  • View in Brera. Milan.
  •  28  5 1 hour ago
  • “A Milano c’è solo la nebbia” cit. “In Milan there is only fog” cit.
  • “A Milano c’è solo la nebbia” cit. “In Milan there is only fog” cit.
  •  15  2 1 hour ago